Siamo ragazzi con idee brillanti. Se sei curioso, contattaci!

Scarpis

Il nostro cliente è: la Tipografia Scarpis, una storica azienda di Conegliano.

Il progetto è nato perché: l’azienda diventa centenaria!

Le nostre idee sono state: tantissime! Font, logo, calendari, sito web… e anche un libro! Un bel romanzo tra fatti storici, relazioni e luoghi del nostro territorio.

Vuoi conoscere tutta la storia?

Il nostro cliente è: la Tipografia Scarpis, una storica azienda di Conegliano.

Il progetto è nato perché: l’azienda diventa centenaria! Un omaggio a questo secolo di vita è il minimo che si possa fare.

Le nostre idee sono state: tantissime! Abbiamo pensato ad un’immagine coordinata tutta nuova: font, logo, calendari, sito web… e anche un libro! Un bel romanzo tra fatti storici, relazioni e luoghi del nostro territorio.

Una delle cose che abbiamo preso più a cuore è stata la creazione di una nuova font da dedicare alla famiglia Scarpis e alla sua lunga storia. E così è nato Scarpis Gothic.

Una delle cose che abbiamo preso più a cuore è stata la creazione di una nuova font da dedicare alla famiglia Scarpis e alla sua lunga storia. E così è nato Scarpis Gothic.

Usando la tecnica del collage abbiamo unito foto vecchie e nuove, colori e finiture di stampa.

Usando la tecnica del collage abbiamo unito foto vecchie e nuove, colori e finiture di stampa.

Il progetto

Da buoni amanti della parola, siamo sempre pronti a scambiare quattro chiacchiere con i nostri clienti, anche fuori dal lavoro. È una cosa che ci fa molto piacere perché spesso da questi incontri nascono progetti veramente entusiasmanti. Come quello della Tipografia Scarpis. Ci è stato chiesto di sviluppare il progetto artistico del centenario dell’azienda e abbiamo avuto praticamente carta bianca. Liberata la fantasia, ci sono venute in mente un sacco di idee!

La prima? Un bel libro, il mezzo più adatto per esprimere l’essenza della tipografia. Non doveva essere un libro qualunque però. E infatti il risultato finale è stato un’opera divisa in tre parti. La prima è quella del romanzo, il racconto del susseguirsi delle varie generazioni. La seconda è un approfondimento storico per verificare personaggi, luoghi ed eventi. La terza parte infine, è la nostra: la spiegazione di tutto il progetto creativo.

Una delle cose che abbiamo preso più a cuore è stata la creazione di una nuova font da dedicare alla famiglia Scarpis e alla sua lunga storia. E così è nato Scarpis Gothic. Il gothic è uno stile tipografico nato nei primi anni del XX secolo, periodo in cui è nata la tipografia. Si tratta di un carattere forte, lineare, stabile, di cui è stata realizzata una versione apposita per i grandi titoli. In questo caso il disegno è più complesso: le linee dei contorni di ogni lettera creano un gioco di tagli e intrecci che rappresenta la longeva linea temporale.

Il nuovo logo è venuto da sé. Partendo da quello precedente, abbiamo mantenuto la natura semi extended della font, per il resto è stato completamente cambiato. “Grafiche Scarpis dal 1919” spicca ora in maiuscolo bianco su rosso. Chiaro, deciso, brillante.

Abbiamo poi ripensato il sito internet e la brochure: adesso l’azienda si presenta in chiave fresca e moderna, con uno stile più attuale che dà risalto alla tipografia di oggi, ai suoi valori, ai servizi che offre.

Tra le varie idee ci sono anche due calendari per l’anno del centenario, uno da muro e l’altro da tavolo. Usando la tecnica del collage abbiamo unito foto vecchie e nuove, colori e finiture di stampa. Ogni mese è dedicato a un personaggio della famiglia, a un evento storico, a un edificio particolarmente rilevante, a una macchina tipografica e così via.

Non resta che aspettare la fatidica data, a marzo 2019, per festeggiare insieme questi primi 100 anni. Auguri!

Il progetto


Da buoni amanti della parola, siamo sempre pronti a scambiare quattro chiacchiere con i nostri clienti, anche fuori dal lavoro. È una cosa che ci fa molto piacere perché spesso da questi incontri nascono progetti veramente entusiasmanti. Come quello della Tipografia Scarpis. Ci è stato chiesto di sviluppare il progetto artistico del centenario dell’azienda e abbiamo avuto praticamente carta bianca. Liberata la fantasia, ci sono venute in mente un sacco di idee!

La prima? Un bel libro, il mezzo più adatto per esprimere l’essenza della tipografia. Non doveva essere un libro qualunque però. E infatti il risultato finale è stato un’opera divisa in tre parti. La prima è quella del romanzo, il racconto del susseguirsi delle varie generazioni. La seconda è un approfondimento storico per verificare personaggi, luoghi ed eventi. La terza parte infine, è la nostra: la spiegazione di tutto il progetto creativo.

Una delle cose che abbiamo preso più a cuore è stata la creazione di una nuova font da dedicare alla famiglia Scarpis e alla sua lunga storia. E così è nato Scarpis Gothic. Il gothic è uno stile tipografico nato nei primi anni del XX secolo, periodo in cui è nata la tipografia. Si tratta di un carattere forte, lineare, stabile, di cui è stata realizzata una versione apposita per i grandi titoli. In questo caso il disegno è più complesso: le linee dei contorni di ogni lettera creano un gioco di tagli e intrecci che rappresenta la longeva linea temporale.

Il nuovo logo è venuto da sé. Partendo da quello precedente, abbiamo mantenuto la natura semi extended della font, per il resto è stato completamente cambiato. “Grafiche Scarpis dal 1919” spicca ora in maiuscolo bianco su rosso. Chiaro, deciso, brillante.

Abbiamo poi ripensato il sito internet e la brochure: adesso l’azienda si presenta in chiave fresca e moderna, con uno stile più attuale che dà risalto alla tipografia di oggi, ai suoi valori, ai servizi che offre.

Tra le varie idee ci sono anche due calendari per l’anno del centenario, uno da muro e l’altro da tavolo. Usando la tecnica del collage abbiamo unito foto vecchie e nuove, colori e finiture di stampa. Ogni mese è dedicato a un personaggio della famiglia, a un evento storico, a un edificio particolarmente rilevante, a una macchina tipografica e così via.

Non resta che aspettare la fatidica data, a marzo 2019, per festeggiare insieme questi primi 100 anni. Auguri!